Consideriamo immagini, tutte quelle rappresentazioni visive, animate o statiche, reali o astratte, ottenute da un'impressione non solida di una realtà: un disegno, un dipinto, la rifrazione della luce sulla retina, una fotografia, una grafica pubblicitaria, i fotogrammi di un video...

Elementi fondamentali di una qualsiasi campagna pubblicitaria sono i media associati ad essa: queste risorse, per lo più immagini e video, catturano l'attenzione degli osservatori e stimolano in loro sensazioni utili a valutare positivamente o negativamente un brand o un suo prodotto.

Un immagine fotografica non è altro che l'impressione fisica o digitale di ciò che riprende il sistema ottico, della macchina fotografica. La fotografia si rivela uno strumento necessario per acquisire staticamente la realtà delle cose ed è un arte a tutti gli effetti come lo sono quella del disegno e della pittura.

Se prodotta con metodi e applicazioni studiate, è possibile che la fotografia generi nei suoi osservatori una serie di sensazioni comuni; questa capacità di richiamare ricordi o di generare sensazioni, rende la fotografia un mezzo speciale ed unico nel campo pubblicitario. Si potrà ad esempio utilizzare la fotografia di un babbo natale che beve una bevanda gassata per rendere quella bevanda gustosa e piacevole come l'idea del natale, o fotografare una modella bellissima dalla folta chioma lucente per presentare uno schampoo o un balsamo qualsiasi che diventino poi graditi e invitanti una volta che li si associa all'immagine della modella nella fotografia, e cosi via per l'uomo dal viso liscio e splendente, fotografato per una marca di rasoi o la fotografia di una nonna felice che prepara i biscotti per i nipoti allo stesso modo di una nota marca di dolci che acquisti al supermercato.

Vai all'inizio della pagina